Orario Sante Messe

  • Feriali: 7:30/18:30
    Prefestiva: 18:30
  • Festiva: 8/10/11:15/18:30

Programmi parrocchiali

Una bella recensione sul settimanale “La Voce e il Tempo” su “Il dono di Taizè”

dono-di-taizeUna bella recensione sul settimanale “La Voce e il Tempo” su “Il dono di Taizè” . Un altro dono. Un altro invito alla gioia ed alla speranza. É il libretto dedicato a Taizè, appena scritto (il ventesimo!) da don Mario Foradini. Tutto è iniziato quando, scrive l’autore, “ho conosciuto fr. Roger, fondatore di Taizè, una sera del 1973 ……. ho ascoltato quanto diceva. Rimasi affascinato dalla sua persona, dal suo stile, dalle risposte e mi chiedevo: ma chi è quest’uomo dagli occhi azzuri, dal sorriso dolce e mite che esprime pensieri così profondi che toccano I cuori?”

E già l’estate dell’anno successivo, don Foradini era con 55 ragazzi al “Concilio dei Giovani”. L’origini della Comunità di Taizè risalgono al 1940 quando, a 25 anni, frère Roger Schutz andò a vivere in quel villaggio della Borgogna, accogliendo anche rifugiati della Seconda Guerra Mondiale. Nel 1949, sette uomini si impegnarono insieme nel celibato, la vita comune e la semplicità di vita. Il 16 agosto 2005, frère Roger è ucciso da una squilibrata, durante la preghiera serale. Oggi la Comunità conta un centinaio di fratelli, cattolici e di diverse origini evangeliche, provenienti da quasi trenta nazioni. Con la sua stessa esistenza, la Comunità è una “parabola di comunione”, un segno concreto di riconciliazione tra cristiani divisi e tra popoli separati. Non a caso, ha ospitato centinaia di migliaia di giovani, che vi si recano perchè, scrive don Foradini, li “si incontra il Dio che canta e fa cantare la vita, fa cantare il cuore, fa ripartire la gioia di vivere, di credere, di amare, perché Cristo è il Vivente che fa vivere”. Ed anche perchè chi non crede “trova una vera fraternal comunione di amicizia che dà coraggio e speranza vera e concreta”. Nel libretto ecco dunque le pagine sulla Chiesa della Riconciliazione, sull’icona della Vergine della Tenerezza, sulla chiesetta romanica, la preghiera comunitaria, I canti, le campane, il pranzo e la cena, alcune preghiere di frère Roger, la visita di Papa Giovanni Paolo II nel 1986, le notizie e le informazioni sulla comunità, e altro ancora. Come dire entusiasmo, gioia ed anche un vademecum. Utile anche per il “Pellegrinaggio di fiducia sulla terra” dei giovani d’Europa: era stato promosso appunto dalla Comunità e dalle Chiese cristiane piemontesi per la fine di quest’anno, ma a causa della pandemia è stata rinviato e si svolgerà a Torino tra Natale 2021 e Capodanno 2022. Nelle prime righe l’autore annota che il libretto “vuole essere una ‘restituzione’, per tutto il bene ricevuto” e si augura che faccia “scoprire che la vita è veramente un dono del Signore, da vivere nell’oggi di Dio, nell’amore che Dio oggi ci dona”. Pagine, dunque, da leggere e meditare, e perchè no? un invito a conoscere di persona questa Comunità e I gruppi, anche torinesi, che ad essa si richiamano.

 

Il libretto “il dono di Taizè” può essere chiesto all’autore: don Mario Foradini, parrocchia San Secondo, via San Secondo 8, 10128 Torino; tel. 011 543191 o sfogliato on line su http://www.parrocchiasansecondo.it/editoriale/334-il-dono-di-taize 

 

Michele Gota

SOSTIENI LA PARROCCHIA

Con il tuo aiuto economico puoi aiutarci concretamente a sostenere le molteplici attività caritatevoli, di catechismo e di manutenzioni agli edifici di culto che fanno parte della nostra Parrocchia. Vi ringraziamo di cuore fin da ora per tutto quello che potrete offrirci per aiutarci a sostenere i più bisognosi e a rendere accogliente e bella la nostra Parrocchia. C/O INTESA SANPAOLO
IBAN: IT98M0306909606100000117102

Laudato si'

banner laudato

AMORIS LÆTITIA

amoris-letitia